Nuovo contributo a fondo perduto in favore dei gestori di impianti sportivi

il Dipartimento Sport ha pubblicato sul proprio sito il DPCM 30 giugno 2022, relativo alle modalità ed ai termini di presentazione delle richieste di erogazione del contributo a fondo perduto in favore delle ASD ed SSD che hanno in gestione impianti sportivi. Sono esclusi dagli impianti sportivi le tensostrutture, le pressostrutture, gli impianti natatori e le strutture all’aperto (si rimanda al punto 1 delle FAQ in allegato). 

Chi può chiedere il contributo?

ASD e SSD risultanti iscritte al Registro CONI alla data del 2/3/2022, affiliate a FNS, DSA o EPS e che abbiamo per oggetto sociale la gestione di impianti sportivi.

Entro quando e a chi vanno presentate le domande?

Entro il 31 agosto 2022 inviando quanto richiesto ad info@acsi.it.
E’ l’organismo sportivo di riferimento infatti, entro ulteriori 30 giorni, l’unico soggetto abilitato a presentare l’istanza per conto dei suoi affiliati, fatte le verifiche previste. 

Quali requisiti oggettivi sono necessari?

1 – gestione, in virtù di un titolo di proprietà, di un contratto di affitto, di una concessione amministrativa o di un altro negozio giuridico che ne legittimi il possesso o la detenzione in via esclusiva, di un impianto sportivo.

2 – avere un numero di tesserati, presso gli enti di cui all’articolo 2, comma 1, alla data di pubblicazione del presente decreto, pari ad almeno 200 tesserati alla data del 31/07/2022.

3 – presentazione di una dichiarazione asseverata da tecnico abilitato, da allegare alla dichiarazione ASD/SSD richiedente, con la quale si attesti che le misure e gli altri requisiti dell’impianto sportivo oggetto della richiesta di contributo siano conformi a quanto dichiarato.

4 – presentazione di una dichiarazione di un dottore Commercialista, da allegare alla dichiarazione ASD/SSD richiedente,  che attesti il numero di tecnici sportivi dilettanti che abbiano ricevuto compensi dalla ASD / SSD e l’ammontare degli stessi ai sensi dell’art. 4 comma 1, lettera a) del presente decreto. Le ASD ed SSD devono aver erogato indennità e/o compensi per prestazioni sportive dilettantistiche ad almeno 4 tecnici, che non siano tra loro parenti ed affini sino al terzo grado, per un ammontare complessivo minimo di 10.000 euro dal primo gennaio 2022 al 30 giugno 2022.

A quanto ammontano i contributi?

15.000 euro per palestre con superficie utile lorda compresa tra 200 e 800 metri quadrati;
20.000 euro per palestre con superficie utile lorda compresa tra 801 e 1400 metri quadrati.
25.000 euro per palestre con superficie utile lorda compresa tra 1401 e 2000 metri quadrati.
30.000 euro con una superficie utile lorda superiore a 2000 metri quadrati.

Non verranno prese in considerazione domande effettuate al Dipartimento Sport direttamente dalle ASD/SSD.

Compila il modulo predisposto “DICHIARAZIONE ASD/SSD RICHIEDENTE” inviandolo, completo in tutte le sue parti unitamente agli allegati obbligatori, all’indirizzo info@acsi.it