Con la KungFusion al Domiziano va in scena il Fair Play

L’ACSI e MOVE da protagonisti hanno affiancato l’iniziativa attivata dal European Fair Play Movement per la Transizione Etica dell’Europa. Una mission che ha attraversato l’ Europa con il passaggio di testimone tra Bruxelles e Roma. L’avvio di quest’ultimo appuntamento curato dal CNIFP è avvenuto presso il Salone d’Onore del CONI, passando per lo Stadio di Domiziano per poi terminare in volata nella splendida Protomoteca del Campidoglio.

Qui si è svolta la cerimonia finale per l’assegnazione del Fair Play For Peace in un’atmosfera rinascimentale magica a cura della FAFIT.

L’intera iniziativa si è materializzata grazie all’energia e alla ferma volontà del Presidente del CNIFP, al sostegno e collaborazione dei partner come FUJIFILM, ACSI, Custodes Laureti – Comune Fair Play di Loreto Aprutino, ONA, Diasu e della MOVE che si è messa a disposizione con i suoi collaboratori professionisti, con Giulia Barbone e Antonio Balsamo (solisti del Notre Dame De Paris) coreografi e interpreti della performance coreutica sulle note di Face it Alone (dei Queen), la direzione artistica di André De La Roche (VicePresidente) che si è inoltre speso fisicamente supportando l’allestimento, impegno condiviso con Alessandro Alcanterini (Presidente) che ha curato la parte tecnica marziale della coreografia e affiancato la Presidenza CNIFP nelle varie fasi organizzative.

L’Evento ha goduto del Patrocinio dell’Associazione Europea dei Comitati Olimpici, del CONI, di Sport e Salute, di Roma Capitale, della Regione Lazio, dell’ICSPE.

Ringraziamenti anche allo Stadio di Domiziano e Matteo Tamburella, alla Presidente Svetlana Celli e tutto lo staff dell’Assemblea Capitolina.

AD MAJORA