Ciclismo, tutto pronto per il 44° Giro delle Dolomiti

Dopo un anno di pausa forzata, il 25 luglio sarà dato il via al Giro delle Dolomiti. Nella sua 44a edizione l’evento ciclistico amato a livello internazionale attrarrà in Alto Adige quasi 400 cicliste e ciclisti da 25 Paesi diversi e anche alcune celebrità locali. Durante la settimana saranno percorsi 670 chilometri con un dislivello complessivo superiore ai 12.000 metri. Ogni giorno saranno cronometrate due brevi frazioni, ma la maggior parte del percorso sarà affrontata dalle atlete e dagli atleti amatoriali con un tempo controllato e in compagnia di altri appassionati.

La maggior parte delle cicliste e dei ciclisti presenti al Giro delle Dolomiti vorrà assaporare con tutti i sensi la natura e la bellezza dell’Alto Adige e delle Dolomiti. Non soltanto le cicliste e i ciclisti amatoriali provenienti da tutto il mondo, ma anche alcuni ex campioni, che non rinunceranno a percorrere il giro o a partecipare almeno a una tappa. Per esempio, ha confermato la sua partecipazione alla terza tappa l’ex campione del mondo, del Giro d’Italia e di diverse “classiche” Francesco Moser. Sarà presente ad una delle sei tappe in programma anche Werner Perathoner, uno dei grandi ex-sciatori della nazionale italiana. A proposito di sci alpino, anche il presidente della Coppa del mondo di sci in Val Gardena, Rainer Senoner, sarà in sella alla sua bici da corsa e disputerà l’intero giro.

Un piccolo gruppo di ciclisti ambiziosi, invece, si accinge ad affrontare il Giro delle Dolomiti con degli obiettivi sportivi. Uno di loro è il campione uscente – e mattatore locale – Eduard Rizzi, che intende ripetere il successo nella classifica generale ottenuto nel 2019. “Penso di essermi preparato bene. Naturalmente non lascerò nulla di intentato per vincere anche quest’anno il Giro delle Dolomiti. Ma non ho nulla da perdere, visto che ho vinto due anni fa e non devo più dimostrare niente a nessuno. Però la cosa più importante è che finalmente possiamo tornare a gareggiare. Non vedo l’ora”, afferma il sarentinese, presto cinquantenne, che è tra i veterani del tradizionale evento. Per la vittoria Rizzi avrà un forte avversario altoatesino nel vipitenese Thomas Gschnitzer, vincitore di due tappe del Giro delle Dolomiti. In campo femminile tutti gli occhi sono puntati sulla bavarese Monika Dietl (Freising), vincitrice delle edizioni 2018 e 2019.

Sei tappe in un paesaggio mozzafiato

Ad attendere Rizzi, Dietl e i tanti altri appassionati di ciclismo la settimana prossima ci saranno sei tappe, che soddisferanno tutti i gusti. Si partirà domenica 25 luglio quando i partecipanti dopo il via alla Fiera Bolzano andranno alla scoperta della zona della Mendola. Il giorno successivo sarà in programma la tappa all’Alpe di Siusi, mentre martedì 27 luglio si terrà una tappa inedita: per la prima volta nella lunga storia del Giro delle Dolomiti si pedalerà da Mezzolombardo alla volta delle Dolomiti di Brenta. Dopo un giorno di pausa, giovedì 29 il giro ciclistico proseguirà con un “classico” che vedrà le cicliste e i ciclisti pedalare attorno al Sella. La tappa di venerdì sarà dedicata al Catinaccio, mentre sabato 31 luglio il Giro delle Dolomiti 2021 si concluderà con la crono a squadre in Bassa Atesina.

Per quanto riguarda i preparativi per il Giro delle Dolomiti 2021, sono praticamente conclusi. “Dopo l’annullamento dell’edizione 2020 a causa del coronavirus, abbiamo avuto più di un anno di tempo per preparare il Giro delle Dolomiti. E sebbene avessimo più tempo a disposizione, è stato molto difficile mettere in piedi il tutto. Per diversi mesi abbiamo brancolato nel buio, come molti altri organizzatori di eventi sportivi, e c’era poca chiarezza. Però tutto questo è ormai dimenticato, ora l’attesa per il nostro evento è grande tra tutte le persone coinvolte. Abbiamo potuto eliminare tutti i piccoli e grandi ostacoli. Negli ultimi giorni prima del Giro vanno messi a punto alcuni dettagli e affrontati i problemi più piccoli. Voglio cogliere l’occasione per ringraziare anticipatamente tutti i partner. Naturalmente il nostro ringraziamento va anche a tutti i collaboratori che rendono possibile lo svolgersi del Giro delle Dolomiti”, afferma concludendo la presidente del comitato organizzatore Bettina Ravanelli.

Le iscrizioni per partecipare all’intero Giro delle Dolomiti rimangono aperte fino a sabato, mentre sarà possibile iscriversi per ogni singola tappa fino alla serata precedente della tappa (www.girodolomiti.com). 

Le tappe del 44° Giro delle Dolomiti in dettaglio:

Tappa 1 – Paradiso della Mendola powered by Marlene (domenica 25 luglio)
Lunghezza: 90,8 km
Dislivello: 1659 m
Tratto cronometrato: 11,7 km/523 m di dislivello

Tappa 2 – Alpe di Siusi powered by Alpe di Siusi (lunedì 26 luglio)
Lunghezza: 96,8 km
Dislivello: 2213 m
Tratto cronometrato: 11 km/714 m di dislivello

Giro Sprint: 2 km/186 hm

Tappa 3 – Dolomiti di Brenta powered by Sportler (martedì 27 luglio)
Lunghezza: 145,4 km
Dislivello: 2521 m
Tratto cronometrato: 8,3 km/456 m di dislivello

Giro Sprint: 2,0 km/124 m di dislivello

Tappa 4 – Sellaronda powered by Q36.5 (giovedì 29 luglio)
Lunghezza: 160,4 km
Dislivello: 3306 m
Tratto cronometrato 1: 5,5 km/236 m di dislivello
Tratto cronometrato 2: 4,4 km/269 hm m di dislivello

Tappa 5 – Catinaccio powered by Cofidis (venerdì 30 luglio)
Lunghezza: 89,6 km
Dislivello: 2208 m
Tratto cronometrato: 13,2 km/625 m di dislivello

Giro Sprint: 2 km/184 m di dislivello

Tappa 6 – Team Crono Bassa Atesina powered by Alperia (sabato 31 luglio)
Lunghezza: 85,7 km
Dislivello: 402 m
Tratto cronometrato: 15,7 km/22 m di dislivello

Giro Sprint: 2 km/121 m di dislivello
Chilometri complessivi: 670 km/12.270 m dislivello
Chilometri complessivi prove a cronometro in montagna: 69,8 km/2845 m dislivello
Chilometri complessivi Giro Sprint: 8 km/615 m dislivello

Informazioni e contatti:

Organizzatori:
ASD Giro delle Dolomiti
girodol@girodolomiti.com
(+39) 0471 1701188
www.girodolomiti.com

Ufficio stampa:
Hannes Kröss
@hannes@hkmedia.bz
T| +39 333 7223248
W| www.hkmedia.bz