Roma, grande festa alla 26° edizione della Staffetta 12×1 ora ACSI

Nella consueta atmosfera festosa dello Stadio Nando Martellini si è svolta la 26° edizione della Staffetta 12×1 ora – Memorial Alberto Rizzi.

La manifestazione, organizzata dall’ACSI Campidoglio Palatino con il supporto dell’ACSI e del CR Fidal Lazio è dedicata ad Alberto Rizzi, medico e atleta della A.S. Mediterranea travolto in un incidente stradale mentre percorreva in bici la via Ardeatina, e a tutti i deceduti durante la pratica sportiva.

Le necessarie limitazioni dovute alla prevenzione del Covid e la giornata particolarmente calda non hanno fiaccato lo spirito delle società partecipanti che si sono sfidate sull’anello delle Terme con la usuale verve agonistica.

C’è stato un emozionante testa a testa tra la squadra “black” dell’ Atletica La Sbarra e la S.S.Lazio fino all’ottava ora, a partire dalla quale la squadra di Tor Tre Teste ha preso il largo, riportando a casa il trofeo dopo 3 anni. Sul gradino più basso del podio una competitiva Podistica Pomezia.

Le ragazze della Podistica Solidarietà “Top Ladies” hanno confermato la vittoria del 2019.
A livello individuale Luca Parisi ha siglato la migliore prestazione individuale con 17.615 metri, davanti a Matteo Cuozzo 17.170 metri e a Fabio Lupinetti con 16.936 metri. Laura Milanese è la migliore delle ragazze con 13.175 metri, seguita da Valentina Raponi  con 13.000 metri e Marcella Cardarelli con 12.836 metri.

Il sole battente non ha impedito a Daniele Alimonti di correre tutte le 12 ore coprendo 95.256 metri, “seguito” da Emanuele Colombu che ha corso 80.115 metri. Menzione speciale anche per Stefano Severoni che, passo dopo passo, ha percorso 54.579 metri in 6 ore e Stefano Iacoponi che ha corso una maratona intera.

Non è mancato il consueto “pasta party”, seguendo tutte le prescrizioni anti-Covid previste per la somministrazione degli alimenti, grazie al supporto degli Istituti Cristoforo Colombo, Vespucci e Faraday che hanno dato il loro valido supporto per la riuscita della manifestazione.

Una nota di colore: nel 2020 le restrizioni all’attività agonistica non hanno impedito alla famiglia Rizzi di svolgere un’edizione speciale a distanza, con la maglia della “Podistica Alberto”. I membri della famiglia sparsi tra Grecia, Stati Uniti e Italia si sono dati il cambio via Skype e hanno coperto le frazioni canoniche della staffetta. L’ultima ora è partita dal Vaticano con arrivo davanti ai cancelli chiusi dello Stadio delle Terme, con l’intento di dare un concreto segno di speranza per il futuro. E così la staffetta 12×1 ora ha segnato un primato invidiabile: quello di avere ben 4 nazioni come teatro di corsa. La vittoria dell’edizione 2020 spetta a loro!

Arrivederci al 2022!