Palermo, in ricordo di Letizia Buggea

La giovane Letizia Buggea si affaccia all’atletica leggera all’età di 15 anni nel 1980. La sua prima società è la Moses sotto la guida dell’istruttore La Mantia. Un fisico esile che suggerisce il tecnico verso l’avviamento nel mezzofondo.

L’esperienza in questa disciplina e in questa società avrà breve durata. Ben presto nel 1981 Letizia passa nel CUS Palermo sotto la guida del tecnico Salvatore Dioguardi. Dai primi test si scopre che la giovane ha talento nei salti. Ed è subito una buona asticella perché Letizia salta a 1.40 e la migliorerà in occasione dei campionati regionali di categoria a Catania negli anni successivi con la misura di 1.76. In età adulta Letizia continua ad allenarsi come un atleta normale. Nel frattempo passa ai salti in estensione. Il salto in lungo sarà propedeutico perché Letizia di lì a poco si specializza nel salto triplo. Nel 2005 in occasione dei Campionati Italiani Master disputati a Cosenza conquista la medaglia d’argento con un ottimo 8.90. Letizia e Totò Dioguardi continuano inseparabilmente il loro rapporto, fra atleta e tecnico, non solo un rapporto sportivo ma anche un rapporto di vita.

Ben presto Letizia si affaccia pure in alcune discipline di squadra. Il suo fisico e il talento si prestano bene come figura poliedrica. In seno all’ACSI comincia a rivestire diversi incarichi con compiti di segreteria. Negli anni 90 pur conciliando gli allenamenti con l’atletica diventa portiere di pallamano nell’ACSI Matteotti. Per 2 anni consecutivi si affaccia nell’hockey su prato con l’A.S.D. De.Pa. del Prof. Comitini. Una esperienza significativa la coglie pure nel calcio giocando da mediano nella squadra femminile del Cantiere Navale. Con l’ACSI i rapporti diventano più intensi anche a livello regionale e nazionale. Occuperà pure un ruolo di istruttore del settore giovanile dell’atletica dell’ACSI SIRIO 2000 fino al 2017 quando è insorta la malattia.

Tuttavia Letizia ha continuato a mantenere, con la consueta professionalità che l’ha contraddistinta, il ruolo di segretaria factotum in seno all’ACSI Provinciale di Palermo. Il Presidente Provinciale Salvatore Dioguardi è stato al suo fianco fino al suo ultimo respiro non facendole mancare nulla.

Nella notte tra il 29 e il 30 settembre Letizia fa il salto “eterno”, vola in cielo e noi ce la ricorderemo sempre così, solare, simpatica, sempre disponibile.

Ciao LETIZIA, ci mancheranno i tuoi salti e le tue chiamate al telefono. Noi tutti ci ricorderemo di Te.